Il mondo degli illustrati: un tuffo alla loro scoperta

Quello della letteratura illustrata è un universo ricco e affascinante, un passaggio diretto al mondo dell’immaginazione, del simbolismo e dell’allegoria. Non tutti gli illustrati sono però uguali, ci sono albi, libri illustrati, silent book e graphic novel, ognuno con le proprie caratteristiche, un pubblico di riferimento e delle perle da scoprire. Andiamo allora a vedere le differenze e lasciarci incantare dai titoli più belli.

1. Albo Illustrato: un abbraccio di parole e immagini

Gli albi illustrati, pensati inizialmente per i più piccoli ma in realtà amati a tutte le età, si caratterizzano per un equilibrio perfetto tra testo e immagini. L’armonia tra parole e illustrazioni è fondamentale, perché le immagini amplificano e arricchiscono la comprensione del testo, l’uno e l’altro sono fondamentali per la narrazione della storia. L’esperienza che gli albi illusrati offrono è coinvolgente e formativa, sfogliarli e leggerli insieme ai piccoli è un momento unico, che riserva sorprese e stimoli.

Un esempio intramontabile è “Nel paese dei mostri selvaggi” di Maurice Sendak, che narra le avventure immaginarie di un bimbo di nome Max, pubblicato in Italia da Adelphi.

2. Libro Illustrato: viaggio profondo

Il libro illustrato si differenzia dall’albo in quanto il testo può esistere anche senza immagini, cioè le illustrazioni non hanno una valenza narrativa essenziale come negli albi, ma accompagnano il testo e arricchiscono la storia. Il pubblico di riferimento è di tutte le età, grazie anche al diffondersi dell’attenzione e della passione per questo meraviglioso mondo colorato. Si spazia dai classici alle storie nuove, dai brevi ai lunghi.

Un bell’esempio è “Bambi” nella versione illustrata da Benjamin Lacombe, pubblicato in Italia da Rizzoli.

3. Silent Book: poesia in immagini

I silent book sono opere straordinarie che si distinguono per l’assenza di testo, affidandosi completamente alle immagini per raccontare una storia. Ci vuole una grande maestria artistica e narrativa dell’autore, ecco perché i silent book sono molto apprezzati. Le illustrazioni hanno il compito di narrare, spiegare, far immergere e meravigliare. Di solito, questo genere di libri riescono a raggiungere direttamente la sfera più emotiva, parlando alla mente e al cuore.

Un esempio da non farsi scappare è “Dal bosco una volpe” di Camille Garoche, per la bellezza delle illustrazioni realizzate con la tecnica del ritaglio.

4. Graphic Novel: romanzo per immagini

Infine, entriamo nel mondo delle graphic novel, un connubio magico tra narrazione e illustrazioni sofisticate. Spesso vengono definiti “romanzi a fumetti”, perché sono un po’ l’unione di questi due generi. L’attenzione alle inquadrature disegnate e alla sceneggiatura sono al centro di tutto, il pubblico di riferimento è più adulto, si dà molta importanza all’aspetto psicologico della storia e le tematiche sono vastissime.

Un esempio è “La collina dei conigli” di Richard Adams, illustrato e adattato da Joe Suthpin.

Come avete potuto vedere, esistono molte opzioni per immergersi nel mondo della letteratura illustrata. Che siate affascinati dagli albi, attratti dai libri illustrati, dalla poesia visiva dei silent book o intrigati dalle graphic novel, c’è un’opera che aspetta di catturarvi e stupirvi.
Andate avanti, esplorate, scoprite e lasciatevi incantare dalla magia delle parole e delle immagini che si fondono in un connubio unico. La vostra avventura nel mondo della letteratura illustrata è appena iniziata!

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Barbara ha detto:

    Grazie, davvero molto bella questa carrellata. Utile anche per capire le differenze tra un tipo e l’altro di pubblicazione. Grazie mille!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *